Artisti - Fattoria Mendoza

Andrea
Braido
(endorser Mendoza)

Uno dei migliori chitarristi Italiani di sempre

Andrea Braido

Vanta collaborazioni internazionali soprattutto per le sue caratteristiche tecniche e artistiche. Raramente usa il plettro e ha trasformato una menomazione, la perdita di una falange, in un punto di forza. La mano sinistra vola sulla tastiera, l’altra scorre sulle sei corde percuotendole, accarezzandole, strappandole per poi sfiorarle di nuovo con estrema delicatezza. Spazia dal blues alla fusion, dal jazz al rock con accenni di chicken pickin.

« Amo particolarmente i pedali di Fattoria Mendoza®, creati da Maurizio Beltrami, perché hanno un grande rispetto della tradizione che ha caratterizzato i suoni e le sonorità della musica Rock, Fusion, Jazz, Funk, Blues, inglobando un tocco di modernità.  L’impiego di componenti vintage, combinati con componenti moderni, senza distaccarsi dalla tradizione, è il punto di forza della produzione Mendoza Hand Made. È per queste motivazioni che sono diventati una parte indispensabile del mio set. »

Andrea Braido

Giacomo
Castellano

Chitarrista poliedrico e sperimentatore artistico

Giacomo Castellano

Le sue esperienze comprendono l'insegnamento, la scrittura di libri di musica (i due più venduti in Italia nella categoria ‘libri per chitarra’), sessioni di studio, direzioni musicali, visita, registrazioni e promo tv con grandi artisti italiani e spagnoli come Raf, Irene Grandi, Gianluca Grignani, Vasco Rossi, Paolo Vallesi, Marco Masini, Claudio Simonetti, Adriano Celentano, Gianna Nannini, Noemi, Alessandra Amoroso, Piero Pelù, Elisa Toffoli, Edurne, Diego Martin, Monica Naranjo, Rosana Arbelo, Gianni Rojatt, Thomas Lang, Christoph Zirngibl, Rock in Rio Madrid, We Will Rock You si Madrid e molti altri.

Massimo
Varini

Artista eclettico, autore, arrangiatore
e produttore artistico, session man e didatta

Massimo Varini

Dal 1991 a oggi ha firmato le chitarre acustiche ed elettriche nei dischi di artisti del calibro di Andrea Bocelli, Eros Ramazzotti, Laura Pausini, Biagio Antonacci, Nek, Vasco Rossi, Renato Zero, Celentano, Mina, Alessandra Amoroso, Emma Marrone, Gianni Morandi, Francesco Renga, Ornella Vanoni e tanti altri.

«Ho conosciuto Maurizio e la sua passione e solo successivamente provato i suoi pedali: in essi traspare la stessa passione, la ricerca della qualità del suono, della dinamica, della timbrica. Ottima qualità!»
Massimo Varini

Stanley
Jordan

Chitarrista statunitense

Stanley Jordan

Conosciuto per il suo contributo dato allo sviluppo della tecnica chitarristica jazz composta principalmente da hammer-on, pull-off e tapping. Jordan ha ricevuto quattro nomination ai Grammy. Ha ricevuto un Bachelor in composizione e musica digitale all'università di Princeton nel 1981, studiando insieme a molti importanti artisti della musica digitale come Paul Lansky e Milton Babbitt.

Umberto
Fiorentino

Chitarrista, compositore e didatta

Umberto Fiorentino

Umberto Fiorentino è senza dubbio uno dei migliori solisti jazz italiani e a livello europeo ha pochissimi rivali, soprattutto per il grande lavoro di studio e di ricerca che ha effettuato in questi anni sul fronte dell'elettronica applicata al jazz. Ha saputo creare per se stesso un linguaggio sempre nuovo e creativo, nel quale fondere una tecnica sopraffina (mai legata alla spettacolarità di certi estremisti del rock e del jazz) con un’inventiva fresca, agilissima, capace di muoversi con intelligenza nelle situazioni più diverse. Fin dagli anni 70 collabora con Roberto Gatto, Danilo Rea, Riccardo del Frà, Maurizio Giammarco, Nicola Stilo, Ettore Fioravanti, Mina, e molti altri. Con alcuni di essi si ritrova in ‘Lingomania’, storico gruppo premiato nel 1985 e nel 1987 dal referendum della critica nazionale indetto dalla rivista Musica Jazz, nella categoria ‘Miglior gruppo di Jazz italiano’. Ha ottenuto diversi riconoscimenti come miglior chitarrista fusion italiano.

«Ho conosciuto Maurizio durante un mio seminario in Toscana. Lui esponeva i suoi pedali. Ne ho provato qualcuno prima di cominciare. Per farla breve, ne ho comprati due. Suonano bene quanto sono belli.

Il Ripetente è un delay analogico dal suono caldo e avvolgente. Contribuisce a ottenere un suono morbido e naturale.

L’M Crunch è un overdrive non troppo spinto, molto vicino alle sonorità di un amplificatore valvolare. Ha una pasta naturale e mai aspra, con una leggera compressione se viene spinto e la giusta enfatizzazione in gamma media per dare spessore alle linee. In più ha una sua personalità, non è il clone di altri pedali. Questa è una chiara qualità della ricerca di Maurizio.»

Umberto Fiorentino

Maurizio
Solieri

Chitarrista

Con la sua prima chitarra Solieri prende le prime lezioni dal direttore della banda del suo paese, ma per sua stessa ammissione il solfeggio lo annoiava. Quindi si orienta rapidamente da autodidatta verso la musica che ama di più, il rock. Ha una grande passione per Elvis e per i gruppi in attività tra gli anni sessanta/settanta, Beatles, Rolling Stones, Jimi Hendrix, Led Zeppelin. Si interessa inizialmente anche al jazz, ma è più forte l'amore per il rock and roll. La svolta nel 1977, dal’ l’incontro con Vasco Rossi alla stazione di Modena, collaborazione avviata per oltre trent’anni. Col Vasco, Massimo Riva, Mimmo Camporeale, Andrea Righi e Alberto Casini, inizia il percorso nella Steve Rogers Band. Le collaborazioni di Maurizio Solieri sono tantissime anche in forza della sua curiosità e crescita musicale. Citiamo: Sergio Silvestri, Gaetano Currieri, Daniele Tedeschi, Claudio Golinelli, Beppe Leoncini, Giovanni Cappa, Luciano Genovesi, Custodie Cautelari, Ettore Diliberto, Lorenzo Campani, Fernando Proce, Maurizio Vercon. Da solista compone ed incide diversi album e si spinge anche nel campo dell’editoria con la pubblicazione di un libro autobiografico “Questa sera Rock'n'roll: La mia vita tra un assolo e un sogno” Maurizio Solieri è, da sempre, un punto di riferimento per molti chitarristi.

«Ho provato il pre-overdrive Boogia gentilmente fornitomi da Fattoria Mendoza e, collegatolo ad un semplice clean channel di una mia testata Hiwatt vintage, ha subito dimostrato la sua potenza e versatilità. Si può passare da un caldo suono jazz ad un crunch metal, passando dall’hard rock al blues, insomma l’oggetto che vi può risolvere tante situazioni quando hai solo una chitarra e un segnale di qualsiasi ampli. L’ho usato in una Masterclass recentemente e alcuni chitarristi mi hanno chiesto che cosa stavo usando e tutti sono rimasti piacevolmente sorpresi. Complimenti.»

Maurizio Solieri

Gli altri artisti

I professionisti scelgono sempre i nostri pedali

Andrea Casta
Andrea Casta
Cantante, violinista, showman
Danilo Gallo
Danilo Gallo
Musicista e compositore
Mattia Tedesco
Mattia Tedesco
Chitarrista, session man
Maurizio Brunod
Maurizio Brunod
Chitarrista e compositore
Valerio Scrignoli
Valerio Scrignoli
Chitarrista, compositore e arrangiatore
Walter Beltrami
Walter Beltrami
Chitarrista, arrangiatore, compositore
Giuseppe Fiori
Giuseppe Fiori
Bassista e polistrumentista
Marco Taraddei
Marco Taraddei
Fagotto (cosmico)
Roberto Pascucci
Bassista/Contrabbassista - Autore - Compositore - Arrangiatore - Insegnante
Enrico Merlin
Enrico Merlin
Musicista e compositore